Saper sfruttare al meglio le caratteristiche e le potenzialità della tua asciugatrice ti permette di poter contare sempre su un bucato morbido e di qualità, ma soprattutto di limitare i consumi di energia. Il primo consiglio che devi tenere a mente è quello di centrifugare sempre la biancheria che lavi a giri elevati, così che tu possa rimuovere la maggior quantità possibile di acqua. L’elettrodomestico deve essere avviato con il cestello pieno: per questo motivo è preferibile adottare un modello di asciugatrice che abbia una capacità di carico pari a quella della lavatrice.

I suggerimenti giusti per l’utilizzo dell’asciugatrice

Sempre nell’ottica di ridurre i consumi, ricorda di:

  • far entrare l’asciugatrice in funzione nei fine settimana e dopo le 19 se il contratto dell’energia elettrica prevede una tariffa bioraria;
  • selezionare il programma a seconda dei capi che devono essere asciugati, in modo da evitare cicli troppo lunghi o inutili.

Per quel che riguarda la corretta ubicazione dell’elettrodomestico, l’ideale sarebbe posizionarlo nella zona lavanderia o nel locale bagno, sempre che le dimensioni di casa tua lo permettano.

Se ne hai la possibilità, metti l’asciugatrice direttamente sopra la lavatrice. In questo modo otterrai due effetti: da un lato contribuirai a rendere la lavatrice più stabile; dall’altro lato dimezzerai gli ingombri e, quindi, risparmierai un bel po’ di spazio. Per altro, in vendita si possono trovare anche dei kit specifici che servono proprio a porre l’asciugatrice sopra la lavatrice perfino nel caso in cui i due elettrodomestici abbiano dimensioni differenti.

Come si mette il bucato all’interno dell’asciugatrice

Come accennato, cerca di non mettere in funzione l’asciugatrice quando è mezza vuota; ma, al contempo, non devi sovraccaricarla, perché in questo modo rischi di compromettere il suo funzionamento. I capi non hanno bisogno di essere piegati: quello che conta è introdurli con attenzione, non tutti insieme e aggrovigliati tra loro ma uno dopo l’altro. Ovviamente devi cercare di mettere insieme capi che abbiano più o meno lo stesso tempo di asciugatura. A questo proposito fai riferimento a ciò che c’è scritto sui manuali di funzionamento, dove di solito sono presenti delle tabelle molto utili che riportano i cicli a seconda del tipo di indumento e dei tessuti che devono essere asciugati. Le gambe dei pantaloni e le maniche dei maglioni devono essere distesi e non appallottolati, per evitare di ritrovarsi con un’asciugatura poco uniforme.

Le condizioni di utilizzo ideali

Per sfruttare al massimo le potenzialità di un’asciugatrice:

  • Scegli un locale arieggiato
  • Metti l’elettrodomestico all’interno del tuo appartamento e mai all’esterno, poiché il suo funzionamento si basa sulla trasformazione dell’aria presente nell’ambiente circostante
  • Ricorda che si tratta di un prodotto che teme le temperature troppo rigide, sotto gli zero gradi.

I risultati migliori si ottengono se il bucato viene sbattuto prima di essere inserito nell’elettrodomestico. Anche i capi che riportano decorazioni delicate o che comunque si potrebbero rovinare possono essere messi nell’asciugatrice, a condizione che vengano sistemati al contrario.

Scopri anche “Come pulire l’asciugatrice”

Dividere gli indumenti

Gli indumenti e i capi che finiscono nell’asciugatrice dovrebbero essere divisi a seconda della fibra con cui sono realizzati: quindi, i capi sintetici vanno separati rispetto ai cotoni leggeri, i quali a loro volta non dovrebbero finire insieme ai cotoni pesanti. Tali materiali, infatti, presuppongono tempi di asciugatura differenti che si riflettono sui risultati finali.

Ovviamente con il passare del tempo e l’esperienza personale capirai come regolarti, verificando quali sono i capi che ci mettono più tempo e quali quelli che ci mettono meno tempo per asciugarsi. Nel caso in cui tu ti renda conto che alcuni indumenti si asciugano molto prima della conclusione del processo, abbi cura di estrarli: se li lasci nell’asciugatrice, infatti, si formeranno delle pieghe e delle grinze che poi richiederanno una certa fatica quando arriverà il momento della stiratura.

E gli indumenti in lana?

Avrai notato che non abbiamo menzionato gli indumenti in lana. Essi, infatti, dovrebbero essere lasciati nell’asciugatrice per non più di pochi minuti, per evitare che si infeltriscano. Insomma, il tempo sufficiente per fare sì che i panni si scaldino.

Ora che hai scoperto tutti i trucchi necessari per utilizzare l’asciugatrice in modo corretto, perché non dai uno sguardo ai prodotti più interessanti in vendita in questo momento?